A4E rilancia: «No tasse sul controllo aereo fino al 2021»

A4E rilancia: «No tasse sul controllo aereo fino al 2021»
07 Aprile 12:30 2020 Stampa questo articolo

Sospendere i pagamenti delle tasse sul controllo del traffico aereo fino a novembre 2020 non basta. È questa la posizione di A4E che, dopo avere appoggiato le richieste effettuate da Eurocontrol e dal suo Consiglio provvisionale di abolire per un periodo limitato le imposte dovute dalle compagnie per il periodo febbraio-maggio, adesso va oltre.

“Un piano come quello presentato (alla Commissione europea) da parte di Eurocontrol serve soltanto ad alleggerire la crisi di liquidità dei vettori per un breve periodo”, si legge in una nota di Airlines for Europe. “Realisticamente, invece, il miglior supporto per i vettori in questo momento di crisi sarebbe la sospensione di un anno intero del pagamento delle tasse“.

Secondo i calcoli di Eurocontrol, l’emergenza da Coronavirus ha causato una cancellazione del 95% del traffico aereo sui cieli europei, con la conseguenza che molti aerolinee hanno dovuto sospendere completamente le loro operazioni.

«Siamo grati ai vari Stati membri per il supporto dato alle compagnie aeree in questa crisi – ha commentato Thomas Reynaert, managing director di Airlines for Europe (A4E) – E’ assolutamente evidente però, che pensare a soluzioni di breve periodo non sia sufficiente per assicurare la sopravvivenza e la ripresa dell’intero settore aviation».

In particolare, sottolinea A4E, e proprio durante il periodo che si avrà dopo la fine dell’emergenza da coronavirus, che i vettori dovranno essere sostenuti con concreti provvedimenti di carattere finanziario, come è il caso della sospensione delle tasse.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli