A Roma il primo forum sullo shopping tourism

A Roma il primo forum sullo shopping tourism
08 Novembre 14:59 2017 Stampa questo articolo

Si terrà a Roma, il 24 novembre nella sede di Confcommercio, la prima edizione di Shopping Tourism. Il forum italiano, ideato e organizzato da Risposte Turismo. Varie le tematiche in agenda: dagli outlet village ai department store e ai mall, fino ai grandi brand della moda, passando per i produttori e i distributori. Spazio, inoltre, per i tour operator, le aziende turistico-ricettive o le associazioni di categoria.

«Come per molti altri comparti dell’industria turistica, anche sullo shopping tourism l’Italia presenta moltissime potenzialità ma una struttura dell’offerta, e relativa promozione, non ancora adeguati a una competizione internazionale nella quale altri Paesi sembrano essersi attrezzati meglio, puntando decisamente verso questo mercato. È il momento di guardare a questo fenomeno con un approccio professionale, ciascuno dando il proprio contributo e puntando a conquistare vantaggi ma allo stesso tempo alimentando una visione d’insieme capace di sostenere e favorire investimenti, scelte strategiche e conquista dei mercati più redditizi», ha affermato Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo

Tra i vari appuntamenti ci sarà Lo shopping tourism in Italia: la necessità di una vision, all’interno del quale verranno analizzate e approfondite iniziative in corso, strategie e programmi di sviluppo futuri, e la nuova edizione di Shopping Tourism Italian Monitor, il rapporto di ricerca annuale sul tema a cura di Risposte Turismo, che mira a diventare punto di riferimento per chiunque operi nel settore o sia interessato a conoscerne le dinamiche.

«Si tratta di un’iniziativa che rende ancora più evidente come il turismo sia partner ideale di tutte le altre componenti che Confcommercio rappresenta. L’abbiamo sostenuta con convinzione perché così emerge un’idea di sviluppo commerciale e turistica corretta. Questo in una fase che vede tornare al centro la preservazione dell’identità culturale dei nostri centri storici, che rappresenta un valore aggiunto che il mondo ci invidia. La presenza, proprio in questi contesti ad altissima vocazione turistica, di attività e marchi del commercio che fanno parte del nostro patrimonio culturale, è un valore che la nostra confederazione ha l’onore di rappresentare. Anche da questa edizione trarremo certamente idee e progetti che valorizzeranno le già forti sinergie tra turismo e commercio, che insieme trascinano lo sviluppo dei nostri territori, delle nostre città e del sistema Paese in generale», ha aggiunto Luca Patanè, presidente Confturismo-Confcommercio.

L'Autore