A Fitur 2019 debutta la sezione sul cineturismo

A Fitur 2019 debutta la sezione sul cineturismo
23 ottobre 07:00 2018 Stampa questo articolo

Tecnologia, sostenibilità e cinema. Fitur, la fiera internazionale del turismo di Madrid, presenta i principali focus e novità in vista della sue 39ª edizione, che si svolgerà dal 23 al 27 gennaio 2019 presso Ifema, il centro fieristico della capitale spagnola. Punto di incontro a livello globale per i professionisti del turismo tra Europa e America Latina, Fitur lancerà nel 2019 una nuova sezione monografica dedicata al cinema continuando a puntare su nuove tecnologie e sostenibilità come punti chiave della trasformazione del settore.

Obiettivo della fiera spagnola, di cui L’Agenzia di Viaggi Magazine è media partner ufficiale, è migliorare i record raggiunti nell’edizione 2018, che aveva visto oltre 251mila partecipanti e circa 6.800 incontri di business. Fitur conta anche sui buoni risultati del settore in Spagna. Secondo l’Organizzazione Mondiale del Turismo, infatti, l’outgoing spagnolo è cresciuto del 12,4% nel 2017 e ha raggiunto un giro d’affari di 19,6 miliardi di euro.

Così la Spagna torna a scalare la classifica dei più grandi mercati di viaggiatori, raggiungendo la tredicesima posizione globale.
Tra le novità, quindi, Fitur 2019 ha presentato la una nuova sezione dedicata al turismo cinematografico, in collaborazione con la Spain Film Commission (Sfc), come risposta al crescente interesse del turista di conoscere le location di lungometraggi e serie di successo.

Fitur Cine/Screen Tourism avrà un’area dedicata e si aggiungerà alle altre sezioni già presenti da anni in fiera: Fitur Festivales, Fitur Gay (Lgbt), Fitur Salud, nonché le sezioni FiturTech e Fitur Know How. La prossima edizione, inoltre, vedrà un aumento della superficie espositiva con il padiglione 2 della Fiera interamente dedicato al Medio Oriente, e il padiglione 4 destinato all’Europa.

La tecnologia e la sostenibilità saranno gli altri temi indispensabili dell’agenda a Madrid per un settore che punta al concetto di turismo intelligente. In questo senso, la Fundaciòn Ifema Lab presenterà nuovi sviluppi per il suo progetto di “Fiera Aumentata”, un’iniziativa che permette nuove modalità tecnologiche per usufruire di Fitur.

Ultimo, ma non meno importante, è tutto il filone di eventi legati alle associazioni ed enti internazionali: un fitto calendario di iniziative che oltre all’Unwto, la Conferenza Iberoamericana dei ministri e imprenditori del settore turistico (Cimet) e al forum sugli investimenti in Africa (Investour), quest’anno vede la nuova partecipazione del Wttc (World Trade Tourims Council).

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore