Il villaggio dinamico di Nicolaus tra servizi esclusivi e intrattenimento

11 giugno 15:39 2018 Stampa questo articolo

Trenta Nicolaus Club, di cui 24 in Italia, 200 villaggi nel Mediterraneo, 15 luxury hotels programmati nel Mondo, 120 masserie, dimore storiche e luxury villas in Puglia, tra cui Borgo Egnatia. Numeri e nomi che raccontano l’offerta del t.o. Nicolaus per l’estate 2018, presentata a oltre 180 agenti di viaggi invitati in due distinti educational al Life Resort Garden Toscana, villaggio ex Valtur riaperto e riqualificato dalla società Life Resort sotto la direzione di Enzo Carella.

La stagione di Nicolaus mostra chiaramente la crescita esponenziale dell’operatore che, fondato pochi anni fa dai due fratelli Giuseppe e Roberto Pagliara, oggi vanta un fatturato di 74 milioni di euro, uno staff di 120 persone negli uffici di Ostuni e altre 200 fra collaboratori e assistenti in Italia ed all’estero.

«Quest’anno lanciamo cinque novità: due Nicolaus Club Prime (il Charming a Butera in Sicilia ed il Royal Bay a Kos) e tre Nicolaus Club a Torre Moresca in Sardegna, il Blue Sea Beach e il Dessole Lippia Golf Resort a Rodi – racconta Gaetano Stea, direttore commerciale dell’operatore – Con queste strutture vogliamo rivolgerci a piccoli nuclei familiari, spesso bambini molto piccoli che vogliono godersi un soggiorno-mare ed avere la massima assistenza per i propri figli baby. Si tratta di un naturale completamento al nuovo concept lanciato con i nostri Nicolaus Club che rilanciano gli ambienti del villaggio con una maggiore attenzione ai servizi, al food e soprattutto alla privacy del cliente. Il tutto in una atmosfera dove l’eccellenza è il denominatore comune. Abbiamo sostanzialmente abbandonato il format statico del villaggio così come è spesso percepito dalla clientela e cambiato tutte le modalità dell’entertaintment all’interno delle strutture».

Fiore all’occhiello della stagione Nicolaus è la piattaforma b2b che sta performando oltre il 50% delle prenotazioni e dove l’agente di viaggi può personalizzare i propri preventivi e preservarli come archivio storico. «Abbiamo anche ampliato la gamma di plus a favore delle nostre agenzie top-partner che fanno parte del gruppo Diamond – attualmente 246 agenzie su tutto il territorio italiano e che generano un quarto del fatturato complessivo del t.o. –  con newsletter, locandine personalizzate, offerte dedicate, workshop e roadshow, educational ed altri eventi esclusivi ed azioni di comarketing come le serate a tema», sottolinea Stea.

Un tour operator dinamico, quindi, che mira a rafforzare la fiducia dei suoi clienti e ha ottimizzare la penetrazioni nella rete distributiva. «Al momento i repeater si attestano al 37%, mentre sono circa 5.100 le agenzie di viaggi con codici attivi. Stiamo rafforzando anche i rapporti con i principali network (Welcome, Geo, Uvet, Robintour e Bluvacanze) e la crescita stimata del fatturato è intorno al 17% con ottime prospettive anche per le programmazioni della collezione Raro», conclude il direttore commerciale.

Prosegue, poi, il progetto P4L ovvero Partnership for Leadership che mira a rafforzare il legame con la rete agenziale condividendo delle strategie di crescita e di visibilità sul territorio sia per l’adv partner che per Nicolaus.

Infine, una nota di merito è destinata al Life Resort Garden Toscana, ex location Valtur che ha ospitato i due educational: la società Life Resort ha fatto rinascere in pochi mesi la struttura con oltre 400 camere a San Vincenzo, lungo la costa tirrenica, che comprende 20 ettari di pineta e bosco e quattro ristoranti. Il Life Resort Garden Toscana è, quindi, un gradito ritorno sul mercato premiato da grandi numeri sulle prenotazioni per Nicolaus, partner con accordo vuoto-pieno per 200 camere. 

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli