Usa, Kelly contro l’Esta: «Non basta»

Usa, Kelly contro l’Esta: «Non basta»
19 aprile 16:52 2017 Stampa questo articolo

L’Esta per viaggiare negli Usa potrebbe subire presto nuove modifiche. Ad annunciarlo il generale John Kelly, segretario alla Homeland Security statunitense, secondo il quale a causa del protrarsi del conflitto contro l’Isis, molti si ritireranno dalla Siria, facendo lievitare il numero di jihadisti e foreign fighter che per rappresaglia proverebbero a entrare nei confini americani.

Stando a quanto scritto da Repubblica, sulla base delle dichiarazioni di Kelly, i terroristi o aspiranti tali che vorrebbero colpire gli Usa potrebbero avere cittadinanza europea ed esibire passaporti italiani o belgi, francesi o tedeschi o inglesi, con cui sarebbe facile ottenere l’Esta, una procedura per entrare negli Usa che non permette controlli approfonditi da parte dell’intelligence statunitense.

Se il responsabile dell’Homeland Security decidesse davvero di rivedere il Visa Waiver Program, che consente a chi proviene dall’Europa di soggiornare negli Usa a scopo turistico per 90 giorni, potrebbe esserci un forte rallentamento dei flussi turistici verso gli Stati Uniti perché l’ufficio immigrazione non è attualmente in grado di analizzare e smaltire l’enorme numero di richieste di accesso al Paese.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore