Si scrive Voyage Privè Italia, si legge lusso

Si scrive Voyage Privè Italia, si legge lusso
20 marzo 07:00 2017 Stampa questo articolo
Email this to someoneTweet about this on Twitter0Share on Facebook0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0

È stata presentata all’Itb di Berlino, Voyage Privè Italia, filiale italiana dell’omonimo Gruppo, tra i maggiori player europei nelle vendite private di viaggi di lusso per circa 20 milioni di clienti con alta capacità di spesa.

Il team è guidato da Edouard du Coudray Wiehe, responsabile dello sviluppo del business e dei contratti per le destinazioni a medio e lungo raggio, che in un breve intervento al Trade Talk in fiera, ha evidenziato come «per il Voyage Privè, Itb rappresenta un’occasione fondamentale per incontrare molti partner ormai consolidati, definire e studiare le opportunità di business con le potenzialità che offrono diverse destinazioni. È un marketplace con un’ampia scala di partnership per target diversificati ed è anche una preziosa fonte di ispirazione. Soprattutto per una società che ama definire il proprio modello di vendita seguendo con attenzione i trend che si delineano da qui a pochi mesi».

Che il luxury sia un settore in costante crescita, lo conferma anche la ricerca di Ipk International presentata proprio a Berlino. E la presenza di Voyage Privè Italia dimostra che nel nostro Paese c’è un bacino di alta gamma con interessanti chance di evoluzione.

«I nostri clienti italiani – dice du Coudray Wiehe – desiderano distinguersi e aggiornare le loro esperienze. Quando si tratta di viaggiare, si aspettano la flessibilità, servizi ovviamente di alto livello e un’esperienza che possono anche condividere con orgoglio sui social network. Per noi diventa fondamentale rendere i clienti di Voyage Privé viaggiatori e turisti speciali in ogni momento del viaggio».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore