Scadenze fiscali, cosa ci aspetta

Scadenze fiscali, cosa ci aspetta
09 ottobre 07:00 2017 Stampa questo articolo

Mai calendario fiscale fu più ballerino di quello del 2017, che con lo slittamento dello Spesometro (al 16 ottobre) ha costretto le imprese ad aggiornare sistematicamente lo scadenzario. Cambi di date che, spesso e volentieri, hanno complicato la vita dei contribuenti anziché aiutarli.
Vediamo alcuni fra gli adempimenti che attendono imprenditori e aziende da qui a fine anno.

16 OTTOBRE
Versamenti con Modello F24.
Devono essere effettuati entro questa data tutti i versamenti periodici relativi al mese di settembre (Iva mese – Ritenute Irpef per lavoro dipendente e autonomo) e i versamenti delle imposte risultanti  dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2016 e di primo acconto per il 2017, per chi ha optato per il pagamento rateale.

25 OTTOBRE
Modello 730/2017 integrativo.
Presentazione della dichiarazione integrativa a Caf o a un professionista abilitato, anche in caso di assistenza prestata dal sostituto d’imposta, qualora dall’elaborazione della precedente dichiarazione siano emersi errori che non incidono sulla determinazione dell’imposta o la cui correzione prevede un rimborso o un minor debito.

Invio dichiarazione Intrastat con obbligo mensile. Presentazione degli elenchi riepilogativi di cessioni di beni e prestazioni di servizi resi il mese prima verso soggetti Ue.

Invio dichiarazione Intrastat con obbligo trimestrale. Presentazione degli elenchi riepilogativi di cessioni di beni e prestazioni di servizi res nel terzo trimestre del 2017 nei confronti di soggetti Ue.

31 OTTOBRE
Modello Redditi 2017. Presentazione telematica della dichiarazione dei redditi di persone fisiche, società di capitali, società di persone, società semplici, Snc, Sas, Studi Associati e dichiarazione dei redditi del contribuente deceduto a cura degli eredi. Presentazione telematica Modello 770/2017.

Rimborsi Iva trimestrali.  Presentazione della richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale (Modello Iva TR).

16 NOVEMBRE
Versamento F24. Ritenute, contributi e Iva terzo trimestre 2017.

Contributi Inps. Versamento per artigiani e commercianti della terza rata 2017 con F24.

Ultima rata imposte e contributi. Per i titolari di partita Iva è l’ultima tranche di pagamenti derivante dalla dichiarazione dei redditi 2017.

27 NOVEMBRE
Elenchi Intrastat. Presentazione di quelli relativi a settembre.

30 NOVEMBRE
Irpef, Irap e Ires 2017. Versamento secondo acconto.

Contributi Inps e Ivs. Secondo acconto per il 2017 dei contributi Inps artigiani e commercianti Ivs.

Imposte e contributi. Ultima rata delle imposte e contributi per i non titolari di partita Iva derivanti dalla dichiarazione dei redditi 2017.

Cedolare secca. Versamento del secondo acconto 2017.

Comunicazione liquidazione Iva periodiche. Invio telematico del terzo trimestre.

Rottamazione cartelle Equitalia. Pagamento della terza rata.

18 DICEMBRE
La scadenza fissata per sabato 16 dicembre slitta al primo giorno lavorativo utile: ovvero lunedì 18. Entro questa data bisognerà effettuare, tramite modello F24, i versamenti di ritenute, contributi e Iva. Previsto nello stesso giorno il versamento del saldo 2017 di Imu e Tasi.

27 DICEMBRE
È stabilito entro questa data, che corrisponde alla fine dell’anno in corso, il versamento dell’acconto Iva. Stessa scadenza per l’inoltro degli elenchi Intrastat relativi al mese di novembre.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Caterina Claudi
Caterina Claudi

Guarda altri articoli