Pacchetti turistici, la direttiva Ue spiegata alle adv

Pacchetti turistici, la direttiva Ue spiegata alle adv
20 marzo 11:40 2017 Stampa questo articolo

Il viaggiatore che acquisterà un pacchetto turistico online con la formula tutto compreso (o tramite pagine web collegate, che includono almeno un volo, un hotel o un autonoleggio) dovrà avere la stessa protezione di chi lo acquista nelle agenzie di viaggi. Il consumatore avrà, quindi, il diritto a tutte le garanzie in caso di disdetta, revisione dei prezzi o rimborsi per eventuali difformità delle prestazioni rispetto al pacchetto acquistato. È quanto prevede la nuova direttiva Ue sui pacchetti turistici che dovrà essere recepita dall’Italia entro dicembre 2017, per poi diventare effettiva dal 1° luglio 2018.

Nel corso del convegno che ha aperto a Riccione l’edizione annuale del Marsupio day, le adv hanno avuto l’occasione – grazie a esperti legali, assicurativi e fiscali – di apprendere le novità che riguardano l’iter comunitario. «Già nell’edizione del 2016 abbiamo trattato per primi il tema del Fondo di garanzia, argomento che sarebbe diventato caldo nei mesi di giugno e luglio. E anche quest’anno abbiamo toccato un’altra questione trasversale, non ancora dibattuta nei vari tavoli, se non quelli istituzionali, che coinvolge tutti gli attori del comparto», ha spiegato Massimo Caravita, vicepresidente di Marsupio Group.

In pratica, la direttiva comunitaria vuole estendere le garanzie che offrono oggi le adv anche a compagnie aeree, attività ricettive alberghiere ed extralbergherie, rent a car, nonché a chiunque agisca da trader nel settore (soprattutto online) dei contratti di viaggio.

«Dal convegno sono sorti diversi interrogativi perché, anche se la direttiva non è chiara, il suo recepimento può cambiare l’orientamento delle nostre aziende, delle agenzie o dei tour operator. Questo implica un monitoraggio costante della situazione e una sollecitazione forte da fare alle associazioni di categoria affinché seguano – ha detto ancora Caravita – l’iter comunitario in maniera diligente e compatibile con il nostro ordimanento, per non avere punti d’ombra o forti ripercussioni. Come, per esempio, gli ambiti di responsabilità delle adv e anche il nodo abusivismo. Non vogliamo che la direttiva venga recepita come un copia e incolla. È importante tutelare il consumatore nel momento in cui si approccia ai viaggi».

Momento fondamentale e cuore del Marsupio day è stato il workshop dove anche le agenzie affiliate al gruppo hanno incontrato i più importanti fornitori sul mercato, tra tour operator, compagnie aeree e di navigazione, assicurazioni e servizi, per rinsaldare le partnership, confrontarsi e conoscere in anticipo le principali novità commerciali e di prodotto per la stagione 2017.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Silvana Chiodi
Silvana Chiodi

Guarda altri articoli