Visitgreece KOS roman temple
Disneyland® Paris Estate Frozen prenota entro il 10 agosto
Giornale del 26 Febbraio 2016

Tassa di soggiorno verso la sospensione

ATTUALITA'

26-02-2016 NUMERO: Giornale Online

Invia
La tassa di soggiorno potrebbe essere sospesa. È quanto si prospetta dopo l'emanazione, da parte del ministero dell’Economia e delle Finanze, di una nota rivolta ai Comuni italiani in cui viene chiesto di non applicare quest'anno la tassa, interpretando così uno specifico passaggio della legge di Stabilità varata dal governo Renzi.


Positive, se non entusiastiche, le reazioni di operatori e albergatori. Occorrerà ora attendere una precisazione da parte di Palazzo Chigi sulla correttezza dell’interpretazione del Mef.
Nel 2015 i 735 comuni italiani che hanno applicato la tassa di soggiorno hanno incassato circa 429 milioni di euro a titolo di imposta di soggiorno e imposta di sbarco. Queste realtà sono così distribuite: il 34,3% nel nord-ovest, il 24,8% nel nord-est, il 19,6% nel centro e il 21,4% nel Mezzogiorno. L'incasso di Roma, Milano, Venezia e Firenze (le quattro città con il maggior gettito) è stato superiore a 238 milioni, oltre il 55% del totale nazionale.


È impegno del governo Renzi anche ridurre le tasse sui diritti d’imbarco dopo che la compagnia aerea Ryanair ha annunciato la chiusura di alcune rotte in Italia e ha evidenziato l'ingiustizia di contribuire a finanziare la cassa-piloti e asistenti di volo della vecchia Alitalia.  «Ci sono buone possibilità di ridurre al minimo l’addizionale comunale», ha affermato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, durante il question time alla Camera.
www.mef.gov

Andrea Lovelock
Guarda la registrazione del webinar di Disneyland Paris

Guarda i webinar di Gastaldi Holidays Enjoy Australia

Ultimi articoli in ATTUALITA'