FlyErnest voli per l'Albania
BIT 2017 Fiera Milano City
Giornale del 07 Novembre 2012 - Speciale Neve - sfoglia il giornale

Per OMT e IPK il turismo è più forte della crisi

ATTUALITA'

07-11-2012 NUMERO: 35

Invia
Turisti russi a Venezia intSecondo le stime dell’impresa di consulenze IPK International e dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT), il numero di arrivi internazionali di viaggiatori aumenterà nuovamente nel 2013 in misura compresa tra il 2 e il 4% anche in questo periodo critico sul piano economico.

 

Il presidente di IPK International, Rolf Freitag, ha dichiarato a Pisa nel corso del 20° World Travel Monitor Forum: «Non c’erano mai stati nella storia così tanti viaggiatori come nel 2012 e non avevano mai avuto così tanti soldi a disposizione». A suo parere l’andamento costantemente positivo dell’industria turistica mondiale si spiega soprattutto con il boom economico dei Paesi Bric – Brasile, Russia, India e Cina – e di altre nazioni in via di sviluppo.

 

Secondo Michel Julian, in rappresentanza dell’OMT, il turismo, come industria d’importanza globale, ha dimostrato finora un’elevatissima capacità di resistere alle pressioni economiche. Per l’anno in corso l’Organizzazione è ottimista e ritiene che si potrà raggiungere una crescita globale del numero di arrivi internazionali tra il 3 e il 4%. «Una cifra del tutto sorprendente considerate le sfide economiche», ha aggiunto Julian. Secondo le stime dell’OMT il contributo principale a questa crescita verrà dai Paesi emergenti in Asia e in America, mentre in Europa e nel Nordamerica ci si può attendere solo un ulteriore aumento moderato.

 

2012: effettuati 170 milioni di viaggi in più rispetto al 2011
Dalle analisi di IPK International emerge che quest’anno verranno effettuati in tutto il mondo circa 170 milioni di viaggi in più rispetto al 2011, per un totale di circa 6,8 miliardi di viaggi nel 2012, con una crescita del 2,5% rispetto all’anno precedente. I viaggi nazionali aumenteranno del 2% per un totale di 5,77 miliardi di viaggi, rispetto a 1,03 miliardi di viaggi internazionali, con una crescita del 4%.

 

Particolarmente forte l’aumento del numero di viaggi in queste aree geografiche: Sud America (+12%), Africa (+9%), Asia e Oceania (+7%) e Giappone (+13%). Per gli Usa si prevede nel 2012 una crescita del numero di viaggi all’estero intorno al 3% e per l’Europa del 2%.

 

Per quanto riguarda la Germania come meta turistica, gli esperti turistici internazionali di IPK fanno anche quest’anno un bilancio estremamente positivo. Dopo gli Usa (56 milioni di visitatori) e la Spagna (51 milioni di ospiti), la Germania ha raggiunto nel 2011 il terzo posto tra le destinazioni turistiche più apprezzate del mondo con 48 milioni di visitatori, precedendo Paesi come la Francia, l’Italia e la Cina.

 

Rolf Freitag ritiene che il 2013 presenterà molti rischi ancora sconosciuti: «Oltre alle sfide già note, come la crisi del debito europeo, per la prima volta si manifesteranno con forte intensità anche nell’industria turistica gli aumenti drastici dei costi dell’energia e la crescita parzialmente drammatica del costo dei generi alimentari». D’altra parte, le crisi vengono affrontate con maggiore tranquillità rispetto agli anni scorsi. Solo il 31% delle persone intervistate da IPK in tutto il mondo ha ammesso che la crisi influisce sui suoi programmi di viaggi all’estero. L’anno scorso era il 32%.

 

Il World Travel Monitor Forum è un incontro istituito da IPK International con ITB Berlin nel ruolo di promotrice, in cui oltre 50 esperti e scienziati di tutto il mondo attivi nel settore turistico presentano ogni anno le statistiche attuali e gli ultimi trend del turismo internazionale. I risultati dettagliati delle varie indagini verranno presentati nell’ITB World Travel Trends Report, pubblicato ai primi di dicembre sul sito www.itb-berlin.com. Questo documento si basa sulle stime di 50 esperti turistici di 30 Paesi, un’analisi dei trend nei principali mercati d’origine appositamente condotta da IPK e i dati principali del World Travel Monitor, il più grande studio continuo del comportamento globale dei viaggiatori di circa 60 Paesi. Questi risultati mostrano i trend che si sono manifestati nei primi otto mesi del 2012. I risultati a fine anno con le prospettive aggiornate per il 2013 verranno presentati al Congresso ITB Berlin da Rolf Freitag, ceo di IPK International.

 

www.ipkinternational.com

Un brindisi di Natale Speciale con Maurizio Battista

Mitt la fiera del Turismo n.1 in Russia

Ultimi articoli in ATTUALITA'