Moldova, via alla programmazione con gli operatori italiani

Moldova, via alla programmazione con gli operatori italiani
14 novembre 17:19 2017 Stampa questo articolo

Dopo la partecipazione a Bit e Ttg Incontri, la Moldova torna alla ribalta sul mercato italiano con l’annuncio dell’ingresso della destinazione nella programmazione di alcuni t.o. del nostro Paese. Tra questi, Azalai Travel Experience Design di Vittorio Coccoletti, Estland di Ezio Biagioli e i tour operator romani Columbia Turismo e TiBiWorld.

Secondo Diana Lazar, vice direttore Moldova Competitiveness Project «non c’è da stupirsi se questo piccolo paese dell’Est Europa conoscere si sia fatto notare tra le destinazioni emergenti in Europa: si tratta di un paese sicuro, a due ore di volo dall’Italia, con collegamenti aerei diretti operati da Air Moldova, FlyOne e Wizz Air. Completa il quadro il basso costo della vita che garantisce tariffe competitive per i servizi a terra in loco».

Nadia Pasqual, responsabile marketing & pr Italia per il Moldova Competitiveness Project, dichiara «la destinazione ha tutto quello che piace ai turisti italiani: patrimonio culturale, architettonico e paesaggistico, enogastronomia, artigianato e tradizioni da vivere con esperienze autentiche, buone strutture ricettive. Uno dei pochi luoghi in Europa rimasto al di fuori dei circuiti turistici si sta finalmente aprendo al turismo culturale ed esperienziale».

Inoltre, Air Moldova ha annunciato nuove tariffe leisure, come anticipato da Gs Air – general sales agent della compagnia moldava in Italia – tramite il market manager, Luca Nardoni: «Voliamo da sette aeroporti italiani, Roma, Firenze, Bologna, Venezia, Verona, Milano e Torino con tariffe a partire da 144 euro a/r tasse e bagaglio inclusi. Sono tariffe imbattibili con poche restrizioni, perciò sicuramente appetibili per gli operatori italiani».

«Come associazione degli operatori incoming moldavi faremo la nostra parte per facilitare gli operatori italiani interessati a programmare la Moldova – sottolinea Natalia Turcanu, direttrice Antrim (National Inbound Tourism Association della Moldova)– Nel contempo, siamo impegnati sostenere la promozione della destinazione in Italia attraverso la campagna di comunicazione già avviata in aprile, che comprende fam trip, viaggi stampa, campagne pubblicitarie e una campagna digital che prenderà avvio nelle prossime settimane per far conoscere la Moldova agli italiani e coinvolgere i cittadini moldavi in altrettanti ambasciatori della loro terra».

L'Autore