La scalata del Messico tra le top destination Unwto

La scalata del Messico tra le top destination Unwto
10 agosto 07:00 2017 Stampa questo articolo

Dalla posizione numero 15 nel 2013 all’ottava nel 2016: il Messico scala la classifica mondiale delle destinazioni turistiche stilata dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (Unwto) nel suo Barometro del Turismo Mondiale. Il Paese, infatti, è risultato essere all’ottavo posto delle nazioni più visitate nel 2016, ricevendo più di 35 milioni di visitatori internazionali con un tasso di crescita del 9%, il doppio della media globale del settore.

«Per tre anni di seguito, il Messico ha proseguito nella sua scalata eccezionale della classifica Unwto delle nazioni più visitate – ha dichiarato il ministro del Turismo, Enrique de la Madrid – Per il settore privato e pubblico e per oltre nove milioni di messicani che ogni giorno lavorano per garantire ai turisti un’esperienza incredibile è il momento di essere estremamente orgogliosi».

Dal 2013, il turismo internazionale messicano è cresciuto con una media annuale del 10%, il doppio della media globale del settore. La crescita è dovuta non solo alle spiagge, ma anche alla varietà dell’offerta turistica naturale, l’organizzazione di grandi eventi come la Formula 1, la riscoperta di tradizioni culturali quali Il Giorno dei Morti, il rilancio della gastronomia e del settore del lusso che ha spinto i target matrimoni, conferenze ed eventi.

«Non sorprende che il Messico sia salito di nuovo nella graduatoria – ha commentato Taleb Rifai, segretario generale di Unwto – mi viene spesso ricordato di quanto sia grande questa nazione. Offre diversità e ricchezza, e non solo per i paesaggi, ma anche per le persone, le pietanze, la varietà delle proprie tradizioni e altro ancora». L’obiettivo del Messico è di arrivare a 50 milioni di turisti internazionali entro il 2021. Per compiere questa missione il Paese sta spingendo sulle partnership di settore, soprattutto quelle con linee aeree, hotel, tour operator.

«Si tratta di un chiaro riconoscimento dei numerosi progressi nel settore turistico messicano, dalla diversificazione dei mercati all’ampliamento dell’offerta per i viaggiatori provenienti dall’estero», ha dichiarato Hector Flores, amministratore delegato dell’Ente del Turismo del Messico – ciò è stato possibile grazie al nostro piano strategico e alla stretta collaborazione con i nostri partner del settore. Siamo davvero felici di poter proseguire in questa direzione verso il 2017 e oltre».

Negli ultimi mesi il Messico ha ricevuto numerosi premi legati ai risultati dell’industria turistica: un sondaggio di John Mason sugli espatriati di 191 nazioni ha classificato il Messico, per il terzo anno di seguito, come la nazione più ospitale al mondo; il Travvy Awards del settore globale ha classificato il Messico al primo posto per i viaggi delle famiglie e Puerto Vallarta quale seconda destinazione al mondo per i viaggiatori LGBTQ.

L'Autore