Lufthansa, mano tesa ai network:
«Dopo Welcome, altri accordi su Ndc»

Lufthansa, mano tesa ai network: <br>«Dopo Welcome, altri accordi su Ndc»
10 maggio 11:31 2018 Stampa questo articolo

Ci sono sempre le agenzie di viaggi nel business di Lufthansa. Nonostante tutto, e nonostante i timori che erano stati ventilati dopo l’introduzione della fee  – ormai due anni fa  – per le prenotazioni via gds, l’impatto sul trade è stato trascurabile (come peraltro avevano più volte sottolineato gli stessi vertici della compagnia). Risultato: in Italia il canale agenziale rappresenta più del 65% dei volumi e che il Gruppo tedesco non vuole abbandonare.

A maggior ragione dopo l’accordo perfezionato con Welcome Travel in base al quale le agenzie del network potranno accedere all’offerta del gruppo senza pagare la fee di 16 euro.

«Stiamo parlando, abbiamo in programma nuovi accordi con altri network – ha spiegato  Steffen Weinstock, senior director sales Italy & Malta Lufthansa Group, durante una giornata di formazione milanese dedicata proprio alle adv – In più, dal mese di giugno, verranno resi disponibili anche in Italia nuovi contenuti presenti solo sui canali diretti e tramite connessioni ndc-api».

Sul fronte delle prenotazioni, la crescita c’è anche nei primi mesi del 2018, ma non potrà essere come quello dello scorso anno. «Il 2018 sarà il primo anno di una nuova normalità», ha detto Carsten Sphor a Francoforte qualche giorno fa, e Weinstock conferma sottolineando come la penisola continui ad essere strategico per le compagnie del gruppo (Lufthansa, Austrian, Swiss. Brussels Airlines, invece, farà parte del gruppo Eurowings).

«Il mercato italiano continua ad essere molto competitivo, quest’anno abbiamo inserito più capacità, ma mancano ancora posti disponibili ad esempio dall’area di Bologna». Motivo per cui, l’offerta per Alitalia non rappresenta l’unica freccia all’arco di Francoforte per mettere ancora di più i piedi dentro lo Stivale. «Possiamo crescere anche attraverso Air Dolomiti», aveva accennato qualche settimana fa il cfo del Gruppo, Ulrik Svensson.

Per quanto riguarda i rapporti con le agenzie – in attesa che l’appuntamento milanese della Trade Academy possa essere replicato in altre città magari con la partnership di qualche network – le novità riguardano anche la piattaforma dedicata alla prenotazione dei gruppi di tutte le compagnie del gruppo “Book a Group”, lanciato un anno fa. In corso di realizzazione anche una serie di webinar per My eXperts, spin off italiano del sito globale My Expert, dedicato alla distribuzione.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli