Sette regole d’oro per le adv sul web

Sette regole d’oro per le adv sul web
12 ottobre 08:00 2017 Stampa questo articolo

Sempre più social, sempre più digital: sono le agenzie di viaggi 3.0 tutte bancone e post su Facebook. Per attrarre, coinvolgere e acchiappare nuovi clienti, quindi, occorre sempre inventarsi contenuti nuovi e interessanti da veicolare attraverso i social media. Non sempre, però, l’agente ha il tempo per concepire idee, sommerso com’è dalle pratiche, gli adempimenti e il lavoro quotidiano. Ecco allora otto idee semplici e creative per non perdere il livello di coinvolgimento (engagement) online e aumentare le vendite offline.

Diventare fonte di notizie. I social network brulicano di aziende che vogliono diventare influencer, ma purtroppo la maggior parte ripete sempre gli stessi contenuti. L’agente di viaggi può, invece, utilizzare il proprio account per produrre aggiornamenti sulle ultime notizie di turismo, spesso in anteprima rispetto agli altri. Conoscere e informare sui cambiamenti del mercato fa dell’adv un interlocutore credibile.

L’immagine è tutto. I social network sono perfetti per mostrare il mondo attraverso le immagini che vendono una storia, un viaggio e ispirano il turista nella scelta. L’algoritmo di Facebook mette sempre in primo piano i post che contengono video o gallerie. Le infografiche raccolgono tante informazioni in pochi passaggi facili da visualizzare. YouTube è lo strumento più utile per condividere i video di un educational con i propri clienti.

Creare una comunità attiva. Incentivare il proprio pubblico a condividere fotografie, non solo aiuterà a generare contenuti per l’account dell’agenzia, ma potrà creare una comunità attiva attorno al proprio marchio.

Agenzie, collaborate! La collaborazione con altre adv è cruciale per coinvolgere più persone. Condividere le informazioni (e i post) di altre agenzie può sembrare strano, ma è un modello win-win che aiuta a crescere insieme. Sul mercato offline e online l’unione fa la forza.

Costruire relazioni solide. Non si vendono solo servizi, ma si educano e guidano i clienti nella scelta delle soluzioni di viaggio. Creare post di consigli sulle mete è un plus per le adv, ma può avere un valore aggiunto: far crescere la base di follower includendo nuovi viaggiatori. Quante più informazioni e dati vengono proposti, tanto più interessante risulta l’attività dell’adv.

Organizzare contest. I contest sono una forma molto utile per promuovere la propria marca e attrarre più clienti. Sono veri e propri investimenti sul futuro   per fare in modo “che si parli” della propria attività. Piccoli premi erogati una volta al mese (escursioni in montagna, weekend in città) daranno enorme visibilità.

Ascoltare la Rete. Per migliorare il servizio e le offerte non è importante solo proporre, ma anche saper ascoltare la rete, prestando attenzione ai commenti online, i suggerimenti e le critiche. Studiare i profili digitali dei clienti aiuta a conoscere e approfondire le loro passioni e interessi.

Ogni canale ha il suo codice. Ogni social network vive di propri #hashtag, codici e linguaggi. Linkedin non va utilizzato come Facebook; Instagram non ha bisogno di link e di troppe parole; Snapchat “vive alla giornata” e il suo contenuto dura solo 24 ore.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Giornalista de L'Agenzia di Viaggi Magazine.

Guarda altri articoli