Se la compagnia aerea compete con le Olta

Se la compagnia aerea compete con le Olta
05 dicembre 10:30 2017 Stampa questo articolo

Vendere voli alle compagnie aeree non basta. E sono sempre più quei vettori che si comportano come veri e propri tour operator online. Così, sui siti dei vettori spuntano le sezioni Holidays con pacchetti che comprendono tutto: il volo innanzitutto, ma anche alloggi, transfer e talvolta escursioni. Proposte di viaggio tutto incluso, alla stregua di piattaforme come Expedia, con l’unica differenza che il passaggio aereo è vincolato alla compagnia.

Ma quali sono i vantaggi per gli utenti? In primis – dichiarano i vettori stessi – un risparmio in termini di tariffe, oltre che di tempo. Con easyJet, ad esempio, che si impegna a restituire l’eventuale differenza di prezzo. Fondamentale, poi, la possibilità di accumulare miglia con la spesa dell’hotel grazie alla condivisione dei programmi fedeltà. I vettori non si limitano, infatti, a offrire un elenco degli alloggi disponibili nella città scelta per il volo, ma presentano un’offerta sempre più variegata che tiene in considerazione la categoria delle strutture e la loro dislocazione in città. Per i frequent flyer la comodità di acquistare tutto il viaggio su un unico sito è doppia quando il vettore propone anche escursioni e attività da svolgere quando, finiti i meeting, la trasferta diventa bleisure.

E pensare che tutto è iniziato dalla vendita di ancillary. Dopo pasti, upgrade e bagaglio extra, sui portali sono comparsi transfer e autonoleggi. Da lì a fornire la possibilità di prenotare un alloggio, il passo è stato breve. Ma se è vero che la maggior parte dei player ora permette di prenotare servizi, è anche vero che non tutte offrono viaggi chiavi in mano. Al momento a essersi dotati di una sezione Holidays, sono British Airways, Lufthansa (non in Italia), Ryanair e easyJet, che parte avvantaggiato avendo anche una catena di hotel. Le altre compagnie – inclusa Vueling, altro vettore con un brand alberghiero – hanno optato per un approccio più snello che permette di scegliere solo certi servizi. C’è anche chi si allea con un metamotore per attingere dal suo portfolio; o chi come Alitalia sta creando un sito che metta insieme promozione del territorio e pacchetti. E chissà cosa ci riserverà il futuro.

BRITISH AIRWAYS, PACCHETTI TUTTO INCLUSO. British Airways Holidays è la divisione del vettore che gestisce la vendita di pacchetti viaggio volo + hotel e volo+auto. BA consente di prenotare un itinerario e pagare in seguito con un piccolo deposito, ma il saldo deve avvenire 5 settimane prima della partenza. Oltre 8mila gli alberghi, da quelli vista mare con Spa agli economici. Il portale si avvale della partnership di Avis per l’autonoleggio ed è collegato al programma fedeltà Avios.

RYANAIR, AMAZON DEI VIAGGI? Per raggiungere il suo obiettivo di diventare l’Amazon dei viaggi, la compagnia low cost irlandese ha aperto la sezione Holidays in collaborazione con cinque fornitori. Risultato: oltre 1,2 milioni di camere di tutte le categorie tra cui scegliere, e un servizio disponibile, oltre all’Italia, in Spagna, Germania, Irlanda e Regno Unito. I pacchetti sono coperti da garanzia e assicurazione.

EASYJET, MIGLIOR PREZZO O RIMBORSO. easyJet Holidays nasce dalla collaborazione con Hotelopia, società di viaggi online Uk, con un’offerta di oltre 10mila alberghi che vanno dalle tre alle cinque stelle lusso, dal pernottamento semplice al tutto incluso. Il portale prevede il miglior prezzo garantito: se un cliente trova lo stesso pacchetto a meno, easyJet si impegna a rimborsare il doppio della differenza tra l’importo pagato e il prezzo più economico.

AIR FRANCE-KLM, TOUR PRENOTABILI VIA WEB E HOTEL DAL PORTFOLIO ACCOR. Contraddistinta da sempre per il suo stare al passo con i trend, specie quelli che hanno a che vedere con le nuove tecnologie, Klm ha deciso di offrire tra i plus di viaggio acquistabili sul suo sito le attività e i tour di GetYourGuide, piattaforma online che consente di scegliere oltre 30mila tour e attrazioni in più di 2.500 destinazioni in tutto il mondo, la maggior parte delle quali può essere prenotata con meno di 24 ore di preavviso e con biglietti digitali, consentendo l’accesso con la scansione di un codice QR. La consociata Air France invece punta su più servizi in aeroporto, ad esempio il bagaglio a domicilio e l’assistenza in loco, e non è seconda a nessuno quanto alla scelta dei partner. Se ad esempio per l’autonoleggio si avvale di Hertz, ha Ceetiz come fornitore per le attività, Allianz come assicuratore di riferimento, e soprattutto AccorHotels come brand alberghiero. Grazie a questa partnership i soci Le Club Accor possono usufruire del 10% di sconto e accumulare punti miglia.

PARTNERSHIP CON BOOKING E NON SOLO. Per il Gruppo Lufthansa, Eurowings ha inserito sul proprio sito la possibilità di prenotare un alloggio in 225 Paesi del mondo dal catalogo di Booking. L’accordo prevede di far accumulare ai clienti punti miglia del programma fedeltà Boomerang Club. Su lufthansa.com, invece, dove per l’Italia non è attiva la sezione Holidays, oltre agli hotel con Booking, è possibile prenotare un’auto con diversi partner, e più di 10mila attività e visite guidate in 500 destinazioni grazie a Viator.

Emirates dalla sua offre la possibilità di noleggiare un’auto con Cartrawler, ma soprattutto ha avviato una partnership con Booking per offrire tariffe vantaggiose in più di 1.400.000 strutture in tutto il mondo. Sarà così possibile prenotare l’hotel prima di acquistare il volo oppure aggiungere la prenotazione all’itinerario in un secondo momento, attraverso la sezione Gestire una prenotazione. La collaborazione è così elastica che il cliente può anche prenotare un hotel sul sito della compagnia del Qatar senza necessariamente acquistare un volo. I vantaggi al cliente dati dalla partnership sono: offerte quotidiane per tutte le categorie di alloggio; possibilità di guadagnare miglia Skywards su ogni prenotazione, nessuna commissione per la prenotazione o il pagamento con carta di credito, assistenza garantita 24h e 7 giorni su 7 in 42 lingue, e la prenotazione è semplice e il sistema di pagamento online è tutto gestito da Booking.

Finnair, vettore di bandiera finlandese, si affida infine ai metamotori per dare un servizio più competitivo possibile. Se è un’auto che cercate, la compagnia vi permette una rapida ricerca attraverso l’accordo con rentalcars.com, che mette a disposizione oltre novecento aziende di noleggio in 160 Paesi. E oltre a risparmiare tempo si potranno guadagnare punti del programma fedeltà, ben 5 Finnair Plus Points per ogni euro speso. Guadagna invece 1 punto per ciascun euro impiegato l’utente che decide di prenotare il proprio hotel tramite il portale del vettore che ha stabilito una partnership con il colosso Booking.

L'Autore

Valentina Neri
Valentina Neri

Giornalista

Guarda altri articoli