Italo, Cattaneo resta in sella. E il fondo Gip guarda all’estero

Italo, Cattaneo resta in sella. E il fondo Gip guarda all’estero
14 febbraio 07:33 2018 Stampa questo articolo

Flavio Cattaneo è confermato come amministratore delegato e il fondo Gip sposa l’attuale piano industriale di Italo, così come l’incremento dei livelli occupazionali. Sono queste le ultime news in casa Ntv emerse dopo un incontro tra sindacati (Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Taf e Fast Mobilità) e vertici dell’azienda, richiesto in seguito all’accordo che ha visto passare l’intero capitale della società nelle mani degli americani di Gip.

Dalla riunione è emerso anche che l’attuale dirigenza rimarrà in carica e che l’operazione di acquisizione si concluderà entro il prossimo maggio. Chi solo poche ore fa dipingeva scenari che vedevano Cattaneo intento a reinvestire il capitale ottenuto in stock grant in una nuova avventura imprenditoriale dovrà farsene una ragione: al momento il futuro di Italo non dovrebbe cambiare né per il management né per i lavoratori.

Almeno in Italia perché Gip ha intenzione di far fruttare questo investimento anche in altri mercati, tanto che i rumor danno per possibile lo sbarco del modello Ntv in Spagna dove il fondo degli americani è già molto attivo con partecipazioni in costruzioni e combustibili, ma non escludono nemmeno che Italo arrivi in Inghilterra e negli Usa dove il presidente Trump pare intenzionato a investire sull’alta velocità.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore