Ipw 2018 al via: America protagonista

17 maggio 07:00 2018 Stampa questo articolo

Compie 50 anni l’International Pow Wow. E sarà un’edizione da ricordare quella ospitata dal 19 al 23 maggio a Denver, al Colorado Convention Center. Folta la delegazione italiana con 24 leisure buyer presenti alla più importante fiera e kermesse dell’industria del turismo Usa.

Tra questi due new entry: Go America di Ancona con Paolo Tarquini e Traveller di Follonica (GR) con Carlo Barbafieri. E due sono i buyer Mice, di cui un newcomer: The Lab Marketing di Milano con Raffaella Lodola.

Dieci i giornalisti accreditati e, per la prima volta, la US Travel Association «ci ha chiesto di invitare un social influencer: la scelta è caduta su Manuela Vitulli con il suo blog Pensieri in Viaggio», dichiara Massimo Loquenzi, international advisory committee chair, che accompagnerà la delegazione con Lia Maiorca, dell’associazione Visit Usa Italia, e Luisa Salomoni e Donatello Osti per US Commercial Service.

«Questa partecipazione e la presenza di nuovi tour operator sono la dimostrazione che, nonostante i suoi cinquant’anni di vita, l’Ipw si conferma un appuntamento imperdibile», sottolinea ancora Loquenzi.

«L’Ipw ha fatto molta strada dalla sua prima edizione nel 1968, è diventato il motore dell’industria turistica statunitense, l’occasione per tutti gli operatori del settore di incontrarsi – commenta il general manager della manifestazione statunitense, Malcolm Smith – Quest’anno ci saranno più di 1.300 espositori, oltre 6.000 partecipanti, tra cui 1.300 operatori turistici, e cinquecento giornalisti provenienti da oltre 70 Paesi».

Secondo il Department of Commerce Ntto – National Travel & Tourism Office, da gennaio a settembre 2017 l’Italia ha fatto registrare 759.672 arrivi negli Usa, in crescita del 3,4% rispetto al 2016. «Con questa progressione a fine 2017 superiamo di nuovo il milione di visitatori – commenta ancora Loquenzi – Siamo tra i primi dieci mercati emissori nel mondo, l’incremento dell’Italia nel 2017 è secondo solo alla Corea del Sud, mentre per quest’anno si prospetta una performance ancora migliore. Ne sono la prova il lancio dei voli low cost di Norwegian Air da Roma per New York, Los Angeles e San Francisco (Oakland). Ma anche gli aumenti di capacità sulla Roma-Dallas di American Airlines e sulla Roma-Los Angeles di Alitalia, oltre al lancio del nuovo volo diretto Venezia Marco Polo-Chicago sempre di American Airlines».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Cristina Melis
Cristina Melis

Guarda altri articoli