Incoming, Federculture: boom delle città d’arte con 42 milioni di arrivi

Incoming, Federculture: boom delle città d’arte con 42 milioni di arrivi
14 novembre 11:21 2017 Stampa questo articolo

Anche nel 2016 si è consolidato il trend di crescita del turismo nelle città d’arte italiane con un movimento complessivo di 42 milioni di arrivi: è uno dei dati più eclatanti del 13esimo Rapporto Annuale “Impresa Cultura, gestione, innovazione e sostenibilità”, realizzato da Federculture e presentato nei giorni scorsi al Palazzo delle Esposizioni di Roma. Un rapporto che fornisce una fotografia dettagliata della ripresa dei consumi della famiglie italiane in tutti i settori relativi alla cultura e alla ricreazione.

Nel 2016 i cittadini hanno speso 68,4 miliardi di euro, l’1,7% in più sul 2015, recuperando buona parte di quanto perso nel biennio 2012-2013, quando questa voce di consumo era scesa sotto i 64 miliardi. Un incremento a doppia cifra che si è fatto sentire anche sui numeri totali: la spesa per le vacanze delle famiglie italiane è cresciuta, nel corso del 2016, del 21% sull’anno precedente, proseguendo un percorso di ripresa già iniziato nel 2015.

Se gli stranieri in viaggio in Italia negli ultimi tre anni sono aumentati del 10%, gli italiani sono cresciuti del 21,1%. Nel computo dell’incoming per tipologie spicca il boom delle città d’arte: 42 milioni gli arrivi e 110 milioni le presenze lo scorso anno. Di fatto, il turismo culturale rappresenta il 36% degli arrivi e 27% delle presenze. Il 61% della spesa turistica straniera, però, si concentra ancora solo in quattro regioni (Lombardia, Lazio, Veneto e Toscana) con differenze molto significative: 6,5 miliardi di euro spesi in Lombardia e 1,8, ovvero meno di un terzo, in Campania, la regione del sud che pure registra la spesa più alta.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli