Fizzy, la polizza Axa che rimborsa subito con la blockchain

Fizzy, la polizza Axa che rimborsa subito con la blockchain
13 giugno 07:00 2018 Stampa questo articolo

Axa lancia in Italia Fizzy, l’assicurazione viaggio basata su tecnologia blockchain. La polizza, acquistabile su web e mobile, indennizza in automatico in caso di ritardo del volo. Se il volo ha più di due ore in ritardo, infatti, il cliente viene indennizzato in maniera immediata e automatica con la garanzia della tecnologia blockchain, che assicura l’inviolabilità dei dati e consente di calcolare l’entità del rimborso in anticipo in tutta sicurezza e trasparenza.

Fizzy non comporta, quindi, nessun modulo da compilare e nessuna trafila burocratica: il volo viene rimborsato non appena l’aereo atterra. L’assicurazione, poi, prevede una totale assenza di esclusioni assicurative: l’indennizzo non dipende dalla motivazione del ritardo, sia che si tratti di condizioni metereologiche, di guasti agli aeromobili o problematiche aeroportuali.

«Axa Italia mette di nuovo la tecnologia al servizio del cliente: con Fizzy lanciamo la prima assicurazione viaggio al mondo basata su tecnologia blockchain, semplice, automatica, trasparente, sicura e immediata. Vogliamo portare i nostri clienti in un mondo più accessibile e più veloce, grazie al rilascio continuo di innovazioni concrete e di valore, al pari delle aziende della new economy – ha dichiarato Patrick Cohen, ceo del Gruppo Axa Italia – Fizzy fa tutto da sola, è talmente semplice da utilizzare da non aver bisogno nemmeno di un touch per attivarsi. Questo per noi vuol dire diventare partner e aiutare le persone a vivere meglio».

L’utente potrà acquistare la polizza entro il limite di 15 giorni prima della partenza del volo e da quel momento la polizza viene registrata su un circuito basato sul sistema blockchain Ethereum, che crea un “contratto intelligente” e che dopo aver memorizzato i dati gestisce autonomamente i pagamenti.

Fizzy è un’assicurazione parametrica, dal momento che il costo della polizza si basa su un parametro, e nello specifico dati storici dei voli aerei degli ultimi 7 anni, attraverso l’utilizzo di algoritmi che agiscono tenendo conto di variabili quali il giorno del volo, l’orario o l’aeroporto di partenza. Attualmente la polizza copre le principali tratte europee e internazionali da e verso gli aeroporti di Milano Linate, Milano Malpensa, Bergamo Orio Al Serio, Roma Fiumicino e Roma Ciampino e copre attualmente oltre 800mila voli.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore