Business travel, nasce la certificazione Acte per gli hotel

Business travel, nasce la certificazione Acte per gli hotel
29 gennaio 07:00 2018 Stampa questo articolo

Un programma di certificazione rivolto alle strutture alberghiere di tutto il mondo studiato appositamente sulle esigenze dei business traveller. A lanciarlo è Acte, Association of Corporate Travel Executives, che, in questo modo, si pone l’obiettivo di standardizzare, da un capo all’altro del globo, l’offerta alberghiera rivolta a chi viaggia per lavoro. In questo modo, con il nuovo programma Acte-Bcha (Business conference hotel accreditation), i travel manager e i corporate travel buyer, potranno scegliere a ragion veduta la sistemazione più appropriata per i propri colleghi e viaggiatori sulla base del rispetto o meno di alcuni parametri.

«Più del 70% degli hotel in giro per il mondo sono indipendenti, senza contare che anche gli hotel che fanno parte di un sistema in franchising non sempre rispettano i medesimi standard. Per questo motivo, abbiamo ideato un programma che permette di identificare esattamente quelle facilities di cui ha bisogno il business traveller», ha detto Vadim Zelenski, ceo di Acte-Bcha, sottolineando come attualmente tutte le classificazioni alberghiere siano rivolte soprattutto al segmento leisure.

«I viaggiatori d’affari, invece, quando scelgono una struttura vogliano sapere cose diverse, se all’interno esistono business center, prese per laptop, sale riunioni, spazi fitness», ha aggiunto Greeley Koch, executive director di Acte global and head of supervisory board. Il nuovo sistema di rating Acta-Bcha si pone l’obiettivo di certificare oltre 10mila hotel in tutto il mondo entro il 2020.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore