Bluserena riacquista tre villaggi e punta al milione di presenze

Bluserena riacquista tre villaggi e punta al milione di presenze
10 aprile 12:15 2018 Stampa questo articolo

Bluserena spa, controllata del Gruppo Carlo Maresca, ha definito il riacquisto di tre villaggi vacanze, ceduti nel 2007 dalla stessa azienda abruzzese al fondo immobiliare Delta del Gruppo Capitalia. Le tre strutture sono il Serena Majestic in Abruzzo, il Serenè Village in Calabria e il Calaserena Village in Sardegna.

Con un totale di 12 villaggi gestiti, di cui otto di proprietà, l’azienda abruzzese conta ad oggi oltre 10mila posti letto e 4mila camere disponibili, che diventeranno 4.400 nel 2019. «Si tratta di un risultato importante che conferma la solidità dell’azienda e l’appeal della nostra offerta e delle nostre strutture – commenta l’amministratore unico di Bluserena spa, Silvio Maresca – Quest’anno completeremo anche l’hotel villaggio 4 stelle di 400 camere, in Sardegna a Badesi, che sarà sul mercato dall’estate 2019. E sempre quest’anno, il 31 maggio prossimo a Castellaneta Marina in Puglia, ci sarà l’inaugurazione di Ethra Reserve, già Nova Yardinia: un complesso profondamente ridisegnato e rinnovato, con servizi ampliati e aree esterne riqualificate grazie a un investimento di oltre dieci milioni di euro».

SVILUPPO SOSTENIBILE. Bluserena ha annunciato anche i sui risultati sullo sviluppo sostenibile delle strutture. Quattro dei villaggi della società, infatti, autoproducono il proprio fabbisogno energetico tramite energia solare. Grazie all’installazione di impianti fotovoltaici su tetti e pensiline, il Serené Village di Marina di Cutro, il Granserena Hotel di Torre Canne di Fasano, il Serenusa Village di Licata e il Torreserena Village di Torre Mattone di Ginosa coprono, infatti, i propri fabbisogni di elettricità per il 78%.

«Queste strutture ci permettono di concretizzare un rapporto sostenibile sia con le strutture ma soprattutto con l’ecosistema che le ospitano. Un ramo importante del Gruppo è impegnato nelle rinnovabili, un settore a cui teniamo molto poiché in linea con la visione green del nostro modo di fare impresa», conclude Maresca.

Le stime di Bluserena prevedono che nel 2018 si arrivi a un milione e duecentomila presenze, circa 300mila in più rispetto all’anno precedente. Nel 2017, infatti, Bluserena ha realizzato circa 950mila presenze e un fatturato di oltre 67 milioni di euro, con un incremento del 3% rispetto al 2016, in crescita per il quarto anno consecutivo. In aumento anche il livello di marginalità, con un Ebitdar che si attesta a 28 milioni di euro (incremento dell’8% rispetto all’anno precedente).

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore