Black list dei cieli in Europa: divieto per 178 compagnie

Black list dei cieli in Europa: divieto per 178 compagnie
01 dicembre 16:21 2017 Stampa questo articolo

La Commissione europea ha aggiornato la black list delle compagnie aeree extra Ue che non rispettano gli standard di sicurezza internazionali. Chi fa parte della famigerata lista, inoltre, è soggetto al divieto delle operazioni o a forti restrizioni operative dentro i confini dell’Unione Europea.

L’aggiornamento vede entrare una nuova compagnia nella black list, la venezuelana Avior Airlines, mentre escono dalla lista Mustique Airways (Saint Vincent e Grenadine) e Urga (Ucraina).

Avior Airlines è stata aggiunta alla lista a causa di alcune falle sulla sicurezza evidenziate dall’Agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa) durante i test per la Third country operator authorisation (Tco) . Mustique Airways e Urga, invece, erano state inserite nella lista lo scorso maggio del 2017.

Allo stato attuale, sono 178 le compagnie aeree che sono incluse nella black list: 172 di queste sono certificate in 16 stati, ma le regolamentazioni di questi Paesi non presentano condizioni generali di sicurezza sufficienti per l’Europa.

Le altre sei compagnie – Avior Airlines (Venezuela), Iran Aseman Airlines (Iran), Iraqi Airways (Iraq), Blue Wing Airlines (Suriname), Med-View Airlines (Nigeria) and Air Zimbabwe (Zimbabwe) – sono considerate non idonee in base alle caratteristiche specifiche che le appartengono come vettori.

Il documento della Commissione europea, infine, stabilisce anche alcune restrizioni operative per sei vettori che potranno volare sui cieli europei solo con alcuni tipi di aeromobili: Afrijet e Nouvelle Air Affaires Sn2Ag (Gabon), Air Koryo (Corea), Air Service Comores (Comore), Iran Air (Iran) e Taag Angola Airlines (Angola).

Violeta Bulc della Commissione Ue per i trasporti ha detto: «Il nostro obiettivo è offrire il più alto livello di sicurezza hie cieli europei. La lista – denominata Eu’s Air Safety, ndr – È uno degli strumenti più utili per raggiungere questo obiettivo e ad oggi stimai dimostrando che con il nostro supporto e le nostre segnalazioni, le linee aeree possono velocemente essere rimosse dalla black list se innalzano le loro misure di sicurezza verso gli standard internazionali. Mi auguro che gli esempi di Mustique Airways and Urga possano ispirare altri vettori a fare lo stesso».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore