Area meeting e FrecciaClub, Trenitalia rinnova i servizi

Area meeting e FrecciaClub, Trenitalia rinnova i servizi
20 aprile 13:25 2017 Stampa questo articolo

Trenitalia, con le sue Frecce, mette a disposizione della propria clientela nuove opportunità. E lo fa partendo dall’area meeting della carrozza Executive, prenotabile insieme al biglietto di viaggio da tutti i passeggeri, che si tratti di livello Standard, Premium o Business. E ancora, i servizi dei FrecciaClub, che adesso sono fruibili anche per chi opta per il viaggio in Intercity. Buone nuove anche per il welcome drink – previsto sull’alta velocità rossa e argento – che si trasforma e viene offerto in cinque diverse declinazioni. In confezioni ecologiche, rispettando l’ambiente.

Area meeting, quindi, a disposizione di tutti i clienti Frecciarossa, con la possibilità di acquistare il servizio aggiuntivo al prezzo complessivo di 30 euro, contestualmente al biglietto di viaggio. Un gruppo fino a sei passeggeri, così, potrà fruire dell’intera saletta che, insieme alle postazioni di lavoro intorno al tavolo riunioni dispone di un monitor collegabile al pc per videoproiezioni.

Chi ha bisogno di sfruttare al meglio il tempo di attesa in stazione, invece, che sia per lavoro o per relax, può acquistare il biglietto per un singolo ingresso ai FrecciaClub al costo di 25 euro a passeggero, contestualmente al biglietto Trenitalia di qualsiasi tipologia, valido sui treni del servizio nazionale (sono esclusi gli abbonamenti e i carnet).

Cambiamenti anche per il welcome drink, offerto da Trenitalia ai clienti dei Frecciarossa e Frecciargento. Maggiore scelta, attenzione all’ambiente con l’uso di confezioni ecologiche e ben cinque diverse opzioni a scelta, con bevande e snack. Il benvenuto a bordo si completa poi con l’offerta di un cioccolatino o di una caramella e di una bottiglietta d’acqua, oltre alla tradizionale copia de La Freccia, il magazine gratuito di Trenitalia, e di un quotidiano a scelta, durante i viaggi del mattino.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore