Alitalia, braccio di ferro Etihad-Montezemolo

Alitalia, braccio di ferro Etihad-Montezemolo
17 febbraio 11:00 2017 Stampa questo articolo

Alitalia ancora in alto mare col suo piano industriale, mentre continua la contrapposizione tra la linea di Etihad e Luca Cordero di Montezemolo. La linea aerea emiratina vorrebbe cedere le rotte di breve e medio raggio ad altre compagnie come Ryanair, mentre la linea di Montezemolo sarebbe orientata a valutare una forte alleanza con Lufthansa per presidiare efficacemente i bacini europei e riaprire una offensiva commerciale sui voli a medio raggio.

Alitalia deve fare i conti, inoltre, con gli irrisori risparmi di spesa maturati fino a oggi. Secondo quanto riportato dal Sole24Ore, il cda di ieri  è stato aggiornato in attesa della relazione dell’advisor indipendente, Roland Berger. È confermata per fine mese la presentazione del piano industriale.

Disagio palesato dal ministro dei Trasporti, Graziano Delrio che ha espresso il proprio dissenso a misure protezionistiche in un mercato fortemente competitivo, rigettando la filosofia di far pagare ai lavoratori gli errori del management.

Intanto è stato anche svelato che i risparmi generati dalla gestione di Cramer Ball si attesterebbero sui 1,2 milioni di euro, ben poca cosa rispetto  alla  perdita prevista di 600 milioni di euro per l’anno in corso.

E infine sul balletto delle poltrone, sempre Il Sole24Ore sostiene che è tramontata l’ipotesi di Corrado Passera alla guida del vettore, mentre si accredita l’ipotesi di Gaetano Miccichè, presidente di Banca Imi, caldeggiato dall’azionista Intesa San Paolo.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore