L’avventura di Stefano Colombo in Settemari

L’avventura di Stefano Colombo in Settemari
28 dicembre 10:51 2017 Stampa questo articolo

Torna a collaborare con il gruppo Uvet, e più precisamente con il tour operator di casa, Settemari, Stefano Colombo, l’ex vicepresidente de I Viaggi del Ventaglio (quello originale) che già qualche anno fa aveva dato vita a una collaborazione con alcune tra le aziende che fanno capo a Luca Patanè.

Bocche cucite, da parte degli interessati, su quali saranno le attività che il figlio di Bruno Colombo porterà avanti, anche se tutto lascerebbe intuire che il manager si occuperà di aspetti commerciali, presumibilmente legati a un mercato, quello elvetico, che negli ultimi anni ha imparato a conoscere a fondo, visto che proprio a Chiasso ha sede Rari Nantes, la sua società di servizi legata al mondo del turismo e non solo.

In passato, all’interno del gruppo Uvet, Colombo aveva avuto a che fare con lo sviluppo del ramo tour operating in qualità di consulente, per poi occuparsi tra le altre cose delle attività di sponsorizzazione del Padiglione Usa di Expo per conto di Uvet.

Un legame che, in tutto, era durato dal 2012 al 2015, dopodiché era arrivata, sempre in ambito travel, la direzione commerciale per il nord Italia di Balkan Express e, come detto, la fondazione di Rari Nantes. Adesso, invece, si ricomincia con un rientro nel giro del grande tour operating, con un operatore in piena rampa di lancio dopo l’acquisizione da parte di Uvet e la nomina ad amministratore delegato ad un manager di grande esperienza come Ezio Birondi.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore