Airbnb, tre artisti per promuovere i borghi italiani

Airbnb, tre artisti per promuovere i borghi italiani
13 aprile 14:54 2018 Stampa questo articolo

Airbnb rinnova l’impegno a sostegno delle aree rurali e dei piccoli comuni, intrapreso lo scorso anno con l’iniziativa “Borghi italiani” in collaborazione con Anci e Mibact, annunciando i tre nuovi artisti chiamati a valorizzare edifici pubblici nei borghi di Lavenone (Brescia), Civitacampomarano (Campobasso) e Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento.

Il progetto, il cui interior design sarà firmato da EligoStudio, sarà seguito rispettivamente da Olimpia Zagnoli, Lorenzo Vitturi ed Edoardo Piermattei. I tre artisti, abbinati ai borghi in base alla propria visione d’arte, creeranno opere in grado di fondersi con gli edifici circostanti e di inserirsi nel contesto ambientale. Una volta ristrutturati, gli edifici saranno prenotabili sul portale dedicato di Airbnb da giugno 2018 e i proventi verranno utilizzati dalle municipalità a sostegno di progetti culturali rivolti alla comunità locale.

Incastonato tra le montagne lombarde della Val Sabbia, il borgo di Lavenone sarà interpretato da Olimpia Zagnoli. La struttura su cui si interverrà è uno spazio sottostante a un ostello gestito dalla comunità sociale locale. Lo spazio quindi avrà una duplice valenza di appartamento e sala comune.

Lorenzo Vitturi firmerà, invece, il borgo di Civitacampomarano in Molise, luogo che affonda le proprie radici nell’Illuminismo e oggi apprezzato anche per il festival di street art. La casa su cui si interverrà è l’abitazione storica dello scrittore e politico Vincenzo Cuoco. Tra i vigneti siciliani e crocevia tra cultura araba ed europea, si trova il borgo di Sambuca di Sicilia, già nominato borgo più bello di Italia nel 2026 e il cui progetto, che interesserà i locali del museo archeologico locale, è stato affidato a Edoardo Piermattei.

«Questa iniziativa di riqualificazione ambientale e architettonica ridefinisce le frontiere tra arte pubblica e privata. Le opere installate all’interno delle abitazioni restano un patrimonio della collettività, anche se visibili soltanto a chi vi soggiorna», ha precisato Federica Sala, curatrice dei progetti.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Silvia Pigozzo
Silvia Pigozzo

Guarda altri articoli